Cerca nel blog

Choose your language:

sabato 23 agosto 2014

a, b, c economia: Premium price







Si tratta di quel tanto che può far spuntare il prezzo
 di un prodotto di qualità rispetto ai concorrenti una qualsiasi azienda. Quello che conta prima di tutto sia nel marketing, che nell'economia in generale, è la differenziazione, nel senso che è meglio vendere cinquanta per ogni prodotto, per tre tipi di prodotto, piuttosto che vendere 150 di un solo tipo di prodotto; questa differenziazione può non essere solo del tipo di prodotto, ma anche della qualità del prodotto, nel senso del differenziarsi del prodotto di una data azienda rispetto a quello dei concorrenti per via della qualità del prodotto in sé o per esempio per via dei servizi ad esso collegato. La qualità si paga, se il nostro prodotto che vendiamo ha una qualità che lo distingue nettamente dagli altri, perché che ne so, abbiamo investito di più in R & D rispetto agli altri e nel nostro prodotto c'è più tecnologia, più funzionalità e altro, oppure offriamo servizi post-vendita migliori, allora i clienti possono essere molto più propensi a comprare il nostro prodotto, dunque questo fa si che l'azienda possa alzare il prezzo rispetto ai concorrenti, giustificandolo per quella differenza considerevole di cui si parlava prima. Il premium price se è alto ci permette di fare grandi profitti, dato che del resto tutti i costi erano già inclusi nel prezzo normale. 

Altri post correlati:

salario nominale, reale e relativo. 

capital gain  

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.